Anasta e l'Europa

Consolidata la sua posizione quale punto di riferimento per l'industria italiana che opera nel mercato della saldatura, del taglio e delle tecniche affini, l'ANASTA si misura oggi con le nuove sfide europee.

Così come l' Italia è la seconda nazione manifatturiera in Europa, ma nel nostro settore siamo anche ai primi posti nella produzione di apparecchi, macchine, impianti e prodotti consumabili per la saldatura ed il taglio.Siamo i primi posti in termini numerici ma anche in qualità e capacità di anticipare le esigenze del mercato.  

Le industrie italiane sono tutte proiettate verso i mercati esteri: europeo e mondiale, la produzione italiana è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, come dimostra il fatto che oltre il 50% dei nostri prodotti sono destinati all'esportazione.

La nostra industria ha dovuto adeguarsi alle regole nazionali ed internazionali  ed in questo l'ANASTA si è resa promotrice e attivo strumento di supporto.

L'entrata in vigore delle Direttive Europee, e l'armonizzazione con quelle internazionali ISO che spaziano dalla responsabilità del costruttore alle condizioni di sicurezza dei prodotti, ha coinvolto l'ANASTA, come Associazione di categoria, nella necessità, recepite le Direttive, di interpretarle e di dar loro conseguente applicazione, fornendo alle associate supporto e consulenza tecnica esperta.

La collaborazione con altre associazioni industriali di categoria, ha dato la possibilità di avere una visione più ampia. ANASTA, con l'ingresso nella Federazione ANIMA,oltre che del riferimento e confronto con l'associazione europea di Categoria EWA (European Welding Association) si avvale di ORGALIME l'associazione europea dell'industria Meccanica. Il peso e l'importanza di quest'ultima permette anche di aprire alcune porte con gli organismi governativi Europei.   

E' stato tramite l'ANASTA che i costruttori italiani, facendo valere le loro conoscenze ed esperienze, hanno partecipato a commissioni, a livello internazionale, per la definizione, assieme agli altri partner europei  e mondiali, delle nuove normative.

Rappresentanti ANASTA prendono parte ai lavori del CEI (per le normative italiane) e tramite il CEI a quelli del CENELEC (per le normative europee) e non ultimo all'IEC (per le normative a livello mondiale) nel settore delle macchine elettriche. Nel campo della fiamma e dei prodotti  di consumo partecipano ai lavori delle commissioni UNI, tramite l'Istituto Italiano della Saldatura, al CEN e ISO .

A livello europeo,  ANASTA si prefigge lo scopo di promuovere gli interessi dei costruttori e dei fabbricanti oltre a quello di conoscere e monitorare il mercato della saldatura in Europa. Infine l'ANASTA ha intrapreso in questi ultimi anni un'intensa azione di comunicazione per promuovere nel mercato italiano e nei mercati esteri le associate ed i loro prodotti.

Stampa

ANASTA , Via A. Scarsellini, 13 - 20161 Milano - Italia - tel. +39-0245418.410/598 - fax + 39-0245418545, info@anasta.it